Consulenze tecnologiche e informatiche

Datto RMM

Risparmio è qualità non sempre marciano sul medesimo binario

Risparmio è qualità non sempre marciano sul medesimo binario

Questa volta nessuna presentazione di componenti di automazione o di soluzioni di sicurezza, ma semplicemente due chiacchere sugli aspira polvere.

Mi sono trovato a considerare alcuni acquisti del passato e confrontarli con quelli di altri conoscenti, per poi valutare se quanto investito in quelle situazioni è stata una giusta scelta oppure una perdita economica.

Gli elementi di confronto sono stati, appunto, gli aspira polvere.

Ogni giorno, in ogni acquisto, affrontiamo l’aspetto economico, in molti casi ci sono degli articoli minori, che pur valendo poco, costano anche molto meno, in tal caso lo spendere pochissimo per un articolo che dura meno di un anno può anche essere una scelta giusta.

La valutazione non è tuttavia applicabile a tutto quanto, ci sono elementi fondamentali che hanno un ruolo importante e che comunque siano hanno anche un costo di un certo peso. In questo caso è bene considerare che forse spendere qualcosa di più permette di avere una soluzione che durerà per molti anni a venire e senza problemi di varia natura o il rischio di dover fare un nuovo acquisto prima del previsto.

Continua a leggere

Windows 10 e l'avvio rapido

Windows 10 e l’avvio rapido

Torniamo a parlare di mini ibernazione in Microsoft Windows 10, si tratta di quella funzione di sistema che permette al computer di accendersi e spegnersi, in particolare accendersi, molto rapidamente.

È nota anche come Fast Startup, tuttavia ha qualche modesta contro indicazione.

Capita di installare dispositivi, che ci siano degli aggiornamenti o altre modifiche del computer, che richiedono il riavvio del sistema. Per storica abitudine si lascia la macchina all’utente sapendo che la sera la spegnerà e la mattina dopo sarà tutto in ordine, purtroppo non è così.

Con il Fast Startup attivo viene creata un’immagine di quanto attivo e viene riproposta al riavvio, tanto che spegnendo il computer con i programmi aperti, questi si ripresentano all’accensione. Di conseguenza anche gli aggiornamenti o altre applicazioni particolari non saranno installati o correttamente funzionanti.

Rispetto al precedente articolo (Windows 10 – A volte la mini ibernazione) ci sono due vie per cambiare la configurazione di avvio, attraverso i pannelli del sistema operativo o con la modifica di una specifica chiave di registro, diversa dalla precedente.

Ovviamente la mia gestione è differente e con un componente dedicato chiedo a Datto RMM di eseguire le modifiche. Se ti interessa il componente contattami.

Continua a leggere

Messaggio prima della login

Messaggio prima della login

È buona cosa rammentare agli utenti che esiste una policy aziendale e un regolamento europeo e qualche altra cosa ogni volta che accedono al computer.

Il Group Policy di Microsoft offre la possibilità di impostare queste note a livello centralizzato e di propagarle ai computer quando si collegano al dominio, tuttavia può accadere che non esista un Dominio e magari nemmeno un server.

Il messaggio potrebbe anche avvisare gli utenti, di prima mattina, che a mezzogiorno ci saranno lavori di manutenzione, non è detto che sia necessariamente una comunicazione legata ai regolamenti e alla tutela.

Il messaggio compare prima di visualizzare il desktop, nel caso di Microsoft Windows 7 subito dopo aver confermato le credenziali di accesso e nel caso di Microsoft Windows 10 prima di inserire le credenziali, in entrambi i casi l’utente deve confermare premendo il bottone OK.

Tutto questo è configurabile direttamente sui computer anche in assenza di strumenti specifici, oggi vedremo dove inserire i contenuti e come nel caso automatizzarli attraverso Datto RMM, si sempre lui, se lo si ha lo si deve usare e se non lo si ha lo si deve comprare.

Continua a leggere

Automatizzare gli aggiornamenti di Java

Automatizzare gli aggiornamenti di Java

L’applicazione Java si aggiorna spesso e si aggiorna da sola, talvolta però non è quello che vogliamo, vorremmo in realtà avere il controllo di questo processo, ma ancora di più essere sicuri che venga eseguito.

Il run time di Java è tra i componenti più bersagliati dagli attacchi dei cacciatori di bachi, non quelli da seta, e per questa ragione è soggetto a frequenti aggiornamenti di sicurezza, situazione che rende necessaria la loro applicazione quando ci si trova in presenza di rischi reali per il sistema informatico.

Fare affidamento sull’utente non è da sempre la soluzione migliore, l’utente può anche essere formato per gestire alcune di queste richieste di aggiornamento, tuttavia il suo compito in azienda non è quello di occuparsi degli aggiornamenti dei computer.

Un’altra situazione fastidiosa è l’accumulo delle vecchie versioni, che essendo presenti rappresentano comunque un fattore di rischio.

Lo stesso Oracle, che gestisce l’applicazione, poco meno di un anno fa ha iniziato a presentare a video un pannello per richiedere la rimozione delle vecchie versioni e quindi a toglierle.

E quindi?

Quindi anche in questo caso può essere conveniente automatizzare gli aggiornamenti e sospendere la procedura automatica, come sempre chiediamo aiuto a Powershell e a Datto RMM.

Continua a leggere

La semplificazione semplifica veramente

La semplificazione semplifica veramente

L’obiettivo primario dei produttori di software è quello di ottimizzare l’esperienza dei propri utenti, questo vale anche per Microsoft.

Tra le recenti novità troviamo il pannello di configurazione di Outlook sostituito da una versione semplificata, che richiede solo la casella di posta e la password di accesso, poi il software trova il resto da solo e tutto è finito.

In realtà non è così, nella configurazione del programma di posta ci sono altri parametri che richiedono attenzione, inoltre gli indirizzi del server di posta possono essere diversi da quelli rilevati, prendiamo ad esempio gli utenti di una rete aziendale, che possono accedere ai loro server passando dagli indirizzi privati e senza dover essere rimbalzati in internet per poi tornare indietro.

Fortuna vuole, in questo caso, che la modifica non sia legata al codice, ma ad una chiave dei registri modificabile, inoltre l’uso della configurazione partendo dal pannello di controllo permette di aprire il pannello di configurazione avanzato.

E per togliere dai piedi il pannello semplificato ed evitare di trovarsi in giro delle configurazioni fatte a metà?

Anche per quello esiste una soluzione, che può essere automatizzata.

Continua a leggere

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 190804Totale letture:
  • 61Letture odierne:
  • 185Letture di ieri:
  • 21 Novembre 2016Dal:
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri iscritti.

Seleziona lista (o più di una):




Trattamento dei dati