Consulenze tecnologiche e informatiche

MDaemon

Bloccare gli attacchi con MDaemon e Datto RMM
Bloccare gli attacchi con MDaemon e Datto RMM

Quando si possiede una casella di posta si è sottoposti ad un costante rumore di fondo, costituito da sistemi automatizzati che tentano di individuare le caselle di posta del server, la loro password e spedire contenuti virali verso altre destinazioni.

Quando poi gestisci un server di posta come ALT-N MDaemon questo rumore di fondo lo puoi vedere e puoi agire con le opportune protezioni per mitigare gli attacchi, tuttavia mitigare non basta e ci sono condizioni che portano il server a bloccare la casella di posta per eccesso di errori di accesso, una situazione che sicuramente non è piacevole per il cliente.

In realtà abbiamo a disposizione gli strumenti per sopprimere questi sistemi automatici isolando i loro indirizzi di origine, lo possiamo fare prendendo un pizzico di programmazione; gli strumenti di MDaemon; le funzionalità di Datto RMM e impastando il tutto fino ad ottenere degli ottimi biscottini.

Vediamo cosa ho sfornato in questo giro.

Le contro misure tattiche di MDaemon

Il server di posta ci mette a disposizione diversi (molti) strumenti per mitigare i tentativi di penetrazione, anche se taluni hanno degli effetti collaterali.

Possiamo usare la graylist, che vede le sue origini nel lontano passato, in pratica risponde ad ogni mail in ingresso che il server non è al momento disponibile e di riprovare più tardi, il tempo può essere impostato da pochi minuti a intervalli più lunghi. I server di posta dei buoni in caso… Continua a leggere

Ripristino rapido di cartelle da MailStore server

Ripristino rapido di cartelle da MailStore server

A volte accade che una cartella IMAP venga cancellata. Avere MailStore server ne permette il recupero in diversi modi, tuttavia non ci soffermiamo sul come eseguire questa operazione, lo scopo di questo breve articolo è quello di indicare come riportare i contenuti dalla cartella ripristinata (MailStore Export) nella cartella originale della casella di posta.

 

Continua a leggere

Caselle di posta di servizio sempre pulite con ALT-N MDaemon

Caselle di posta di servizio sempre pulite con ALT-N MDaemon

Qualche giorno fa abbiamo visto come separare in ALT-N MDaemon le segnalazioni di apertura ticket in base alla priorità impostata nel messaggio e-mail, così da permettere al mail parser di Kaseya BMS di registrare le segnalazioni con le priorità percepite dai clienti.

 

Il parser di Kaseya BMS si occupa solo di leggere le cartelle IMAP specificate, poi la manutenzione delle stesse a nostro carico, con la conseguenza che i messaggi si accumulano, le dimensioni della casella crescono e lo spazio cala.

 

Considerando che per migliorare l’efficienza bisogna automatizzare, allora diventa necessario automatizzare anche la pulizia di questa casella, tenendo in considerazione il fatto che le e-mail ricevute sono convertite in ticket in pochissimi minuti e pertanto possono essere cancellate anche immediatamente.

 

Usando Mailstore la manutenzione della casella può essere a lui demandata, basta dirgli di cancellare i messaggi subito dopo averli archiviati o dopo il tempo che si predilige, ma se non abbiamo MailStore?

 

Abbiamo ALT-N MDaemon

 

Continua a leggere

Kaseya BMS priorità dei ticket dalla mail

Kaseya BMS priorità dei ticket dalla mail

Automatizzare la gestione delle chiamate ha i suoi vantaggi, in particolare per avere traccia del lavoro svolto e del tempo impiegato, potendo procedere con una fatturazione più precisa e un maggior dettaglio anche per i clienti.

 

In questo articolo non sono particolarmente interessato agli aspetti di gestione dei report di lavoro e alle fatture, ma a come permettere ai ticket aperti via e-mail su Kaseya BMS di usare la priorità del messaggio di posta elettronica ricevuto da ALT-N MDaemon, per impostare quella del ticket.

 

Quanto implementato in ALT-N MDaemon può essere adattato anche per altri sistemi di posta, partendo dal presupposto che il parser di Kaseya BMS utilizza il protocollo IMAP.

 

Continua a leggere

DKIM per proteggere il proprio nome di posta elettronica

DKIM per proteggere il proprio nome di posta elettronica

Torniamo a parlare di sigle legate all’identificazione dei mittenti di posta, dopo SPF, oggi è il turno di DKIM, un altro standard con una nuova sigla in cerca di identificazione.

 

Il punto fermo è sempre quello di neutralizzare l’abuso degli indirizzi di posta per la generazione di e-mail fraudolente, con l’ovvio scopo di ingannare il destinatario spingendolo a compiere delle azioni a lui dannose seguendo le indicazioni del messaggio ricevuto.

 

A tutti è capitato di ricevere mail da indirizzi apparentemente noti, ma in realtà con dei messaggi ingannevoli e contestuali con quanto avrebbe chiedo il reale mittente. Questa situazione può sfociare in un grave danno per il ricevente, ma lo è anche per il proprietario del reale dominio di posta e della casella, che può subire una riduzione della sua reputazione e di riflesso dei problemi nella delivery delle proprie comunicazioni.

 

Ecco perché la tua banca non ti invia mai informazioni sul tuo account di posta elettronica e continua a ribadire questo fatto.

 

Continua a leggere

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 224646Totale letture:
  • 17Letture odierne:
  • 178Letture di ieri:
  • 21 Novembre 2016Dal: