Consulenze tecnologiche e informatiche
Le applicazioni partono solo con l'utente collegato

Le applicazioni partono solo con l’utente collegato

Torniamo a parlare della situazione in cui la postazione su cui si trova un’applicazione che deve partire in automatico ed essere sempre attiva e inoltre deve aver l’utente che esegue l’applicazione sempre collegato, in un precedente articolo abbiamo visto come evitare che Microsoft Windows 10 sconnetta l’utente (La sessione utente si sconnette da Windows 10), resta da risolvere il problema che se la postazione si riavvia, o l’utente si sconnette per altri motivi, le applicazioni non partono fino a quando qualcuno non si collega al desktop.

Per risolvere questa fastidiosa situazione è di nuovo tempo di evocare Datto RMM con i suoi monitor e una procedura Powershell molto articolata nella sua azione, ma semplice nel codice.

Se sei interessato alla procedura contattami.

La soluzione adottata

Per far fronte alla delicata situazione la miglior opzione è un component monitor, che si ripete ininterrottamente ogni 60 secondi, con lo scopo di evidenziare se le applicazioni che devono essere attive sono in funzione.

La scelta è di verificare tutte le applicazioni attraverso la lista dei processi (Gestione attività) e controllare che sia presente il numero esatto di processi per ogni applicazione, se il numero non coincide si attiva l’allarme e la procedura di ripristino.

Per trovare i processi è utilizzabile la cmdlet Powershell Get-Process e nello specifico:

Get-Process -Name “NomeProcesso”

Equivalente, in un certo senso, al comando DOS:

TaskList | findstr “NomeProcesso”

L’output della cmdlet permette di verificare la presenza dei processi richiesti e di estrapolare il loro numero.

Ottenuto l’allarme potremmo collegarci alla postazione e fare l’accesso in modo che partano i processi, oppure chiedere al componente di eseguire una procedura equivalente, ovvero che porta al medesimo risultato.

La soluzione è di forzare un riavvio (Restart-Computer) dopo aver configurato la postazione per eseguire un login automatico, una scelta non bella per la sicurezza, che viene risolta in un secondo passaggio, dopo il riavvio, con la rimozione della configurazione.

Per attivare e rimuove il login automatico entrano di nuovo in gioco le chiavi dei registri di sistema e non dimentichiamo mai quanto i registri di sistema siano delicati e fondamentali per la sopravvivenza del sistema operativo e dei nostri computer.

Per completare la configurazione bisogna intervenire nel percorso dei registri

HKEY_LOCAL_MACHINE:\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon

Dove devono essere creati 3 o 4 valori, la differenza è legata all’utente usato, ovvero se è parte di un dominio oppure no.

NomeData TypeValoreNote
DefaultUserNameREG_SZdomino\nome_utenteNel caso di un utente di dominio deve essere anteposto il nome dominio.
DefaultPasswordREG_SZPassword
AutoAdminLogonREG_SZ1
DefaultDomainREG_SZNomeDominioIl valore deve essere creato solo se la login è da parte di un utente di dominio.

Completato l’inserimento dei valori dei registri, il sistema viene riavviato immediatamente, alla sua partenza l’utente si collega ed avvia le applicazioni anche in assenza di un operatore, al termine dell’avvio il monitor rimuove le chiavi dei registri aggiunte, ripristinando lo stato iniziale.

Con una postazione ottimale il completamento della procedura richiede meno di due minuti dalla partenza dell’allarme alla sua chiusura.

 

Ti sei mai trovato ad affrontare questa situazione?

 

Se sei interessato ad approfondire questi contenuti o ad avere nella tua aziende questi strumenti o i prodotti menzionati, contattaci attraverso la pagina di contatto di questo sito, o se preferisci cercami attraverso la pagina FaceBook o il mio profilo Linkedin.

Per essere informato sui nuovi articoli e contenuti puoi anche iscriverti alle nostre newsletter.

 

 

 

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 32Questo articolo:
  • 172849Totale letture:
  • 28Letture odierne:
  • 281Letture di ieri:
  • 21 novembre 2016Dal:
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri iscritti.

Seleziona lista (o più di una):




Trattamento dei dati