Consulenze tecnologiche e informatiche
Un mini computer per la posta elettronica

Un mini computer per la posta elettronica

Il problema dello spazio è spesso una questione importante, mi riferisco allo spazio fisico di un server e non a quello del disco.

Circa un anno fa ho deciso di avere in casa dei servizi di posta e di archiviazioni, con il requisito di avere una macchina in grado di essere posizionata sulla mensola di una libreria.

 

La scelta dei prodotti software ha permesso di conseguire l’obiettivo, ovviamente la soluzione realizzata può gestire una decina di caselle di posta, per un numero maggiore anche lo spazio fisico deve aumentare, in particolare per gli aspetti di backup dei contenuti.

 

Le esigenze di base

 

L’esigenza principale era disporre di una piattaforma di caselle di posta gestibile in autonomia e svincolata dai servizi di hosting da me utilizzati. Anche per poter svolgere dei test in totale autonomia.

La scelta è stata quindi quella di localizzare un computer su cui installare il server di posta MDaemon e il sistema di archiviazione MailStore Server.

 

La ricerca è stata abbastanza veloce, infatti HP proponeva un mini-computer della dimensione di una vecchia autoradio.

 

I componenti adottati

 

Per quanto i requisiti fossero limitati, ovviamente gli aspetti di comunicazione e sicurezza non erano di poco conto e richiedevano a loro volta delle soluzioni e dei prodotti.

 

La piattaforma hardware

 

Come anticipato la scelta è caduta su un mini-computer commercializzato da HP, nello specifico il sistema HP 260 G1 DM, equipaggiato con 4 giga di memoria RAM; 500 Giga di disco rigido; processore Intel Pentium 3558U.

 

Il tutto in un mobiletto delle dimensioni di un libro e privo di ventilazione forzata, anche se con un fattore di riscaldamento molto basso, infatti la macchina pur restando accesa 24/7 non si scalda.

 

Il sistema operativo

 

Il sistema operativo scelto e mantenuto è un classico Microsoft Windows 7 Professional a 64 bit, che è stato installato rimuovendo ogni componente software non necessario e modificando la modalità di avvio e funzionamento di alcuni dei servizi per garantire una maggiore efficienza del sistema e risparmio di risorse.

 

Gli aggiornamenti automatici sono stati disattivati, delegando il tutto ad una diversa soluzione.

 

Servizi di posta elettronica

 

La posta elettronica utilizza i servizi di ALT-N MDaemon, sempre aggiornato all’ultima versione. Il server è configurato per gestire un sotto dominio di posta di uno dei miei domini principali, sfruttando anche i servizi nativi di antispam attraverso il procedimento Greylist.

 

Per ottimizzare la tracciabilità e mantenere sotto controllo l’accrescimento delle caselle di posta ho adottato il prodotto MailStore Server, che si integra con il database utenti di MDaemon archiviandone la posta e contestualmente archivia e indicizza la posta elettronica degli altri miei account.

 

 

Sicurezza, aggiornamenti e manutenzione

 

Per mantenere un’economia di spazi il mini-computer è privo di video, tastiera e mouse.

Questa mancanza è stata compensata con l’installazione di Autotask Endpoint Managment (AEM), che permette di assolvere a diverse funzioni:

  • Accesso protetto al sistema da qualsiasi ubicazione
  • Gestione programmata degli aggiornamenti di sistema operativo e delle applicazioni
  • Pulizia del sistema
  • Allarmi per disco pieno, uso delle risorse, fuori servizi, malfunzionamento del disco, ecc.
  • Backup dei contenuti

 

La sicurezza della macchina è demandata ad un agente di Webroot Secureanyware Endpoint Protection con i criteri di protezione adottati per i server.

La sicurezza della posta elettronica, per virus è spam, è delegata al modulo SecurityPlus for MDaemon.

 

Il backup dei dati

 

In questa soluzione, basata su un hardware di tipo computer e non server, non poteva mancare una soluzione di backup di facile accesso.

 

Il sistema AEM con i suoi moduli di comando si occupa di eseguire ogni giorno il salvataggio dei database e delle configurazioni di MDaemon e MailStore Server. I dati vengono alternativamente salvati su due chiavette USB ad alta capacità. Le dimensioni dei dispositivi di archiviazione sono tali da mantenere disponibili gli ultimi 14 giorni di dati delle due applicazioni, il modulo di backup realizzato per AEM permette di variare questi parametri.

Per garantire il completo salvataggio dei dati la procedura di backup usata da AEM si occupa anche di fermare e riattivare i servizi dei due sistemi di posta.

 

La connettività con un indirizzo pubblico dinamico

 

Ovviamente trattandosi di una soluzione di poco ingombro e di basso costo, anche la linea dati dispone di un indirizzo IP dinamico.

La mancanza di un indirizzo statico rende problematico accedere al sistema da internet, infatti in questa situazione il server di posta non è raggiungibile, come non lo sono il webmail e il portale web di MailStore.

 

Il problema è stato scavalcando usando un servizio DNS dinamico e creando i record nel DNS del dominio con dei CNAME che puntano al indirizzo del DDNS.

 

Buona posta elettronica nella libreria!

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 144Questo articolo:
  • 172849Totale letture:
  • 28Letture odierne:
  • 281Letture di ieri:
  • 21 novembre 2016Dal:
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri iscritti.

Seleziona lista (o più di una):




Trattamento dei dati