Consulenze tecnologiche e informatiche
La visibilità via e-mail

La visibilità via e-mail

Pensando ad un sito web come ad un negozio possiamo considerare l’indirizzo email come il campanello alla porta che ci segnala la presenza di una persona che potrebbe essere interessata al nostro prodotto.

 

A differenza di un negozio reale dove la persona può attirare la nostra attenzione e quindi comunicarci le proprio necessità, in un sito web abbiamo solo una vetrina non presidiata. Quindi chi consulta un sito promozionale in quanto interessato al prodotto deve avere degli strumenti che gli permettano di segnalare al gestore il proprio interessamento.

Questi strumenti possono essere un numero di telefono, un indirizzo stradale o un indirizzo e-mail.

 

Per diverse ragioni psicologiche, quando si consulta il web diventa più facile prendere contatto attraverso uno strumento informatico che non alzando il telefono.

 

Uno dei problemi sostanziali nella pubblicazioni in Internet del proprio indirizzo di posta è che questo diventa nel arco di pochi giorni un potenziale bersaglio per lo spam, questa situazione porta quindi al risultato che la casella di posta pubblicata finisce con il non essere consultata, oppure che si pubblichi un indirizzo e-mail senza avere alle spalle una reale casella di posta.

 

La casella di posta informativa come bersaglio dello spam

 

Perdere o non consultare i messaggi di potenziali clienti è chiaramente un danno considerevole per il business che vogliamo realizzare, allo stesso tempo diventa un danno il dare un riscontro alla richiesta in tempi superiori alle 24 ore.
Il visitatore infatti si aspetta di ricevere sempre una risposta, potenzialmente anche il sabato e la domenica, compresi i giorni festivi, quindi è bene essere precisi su quali siano le modalità e le tempistiche che adottiamo per le risposte. È quindi importante specificare entro quante ore o giorni può arrivare la risposta e in quali giorni non si lavora.
Se facciamo attendere il nostro visitatore per diversi giorni, il risultato è che questa persona si allontanerà dal nostro prodotto andando a cercare le proprie risposte dalla concorrenza, mentre la nostra gestione leggera dei contatti diventerà un danno per il nostro business.

 

Una soluzione professionale al problema di poter essere contattati senza diventare vittima dello spam è quella di avere una o più e-mail nascoste dietro un form in cui la persona può inserire i propri dati minimi necessari per essere ricontattate e il messaggio con le proprie richieste. Mai dimenticarsi di specificare la tutela dei dati in base alle norme previste per la privacy. Per minimizzare la ricezione di spam attraverso i form è possibile associare all’invio della richiesta l’uso degli strumenti CAPTCHA (ad esempio reCAPTCHA).
La soluzione del form dà inoltre una veste più seria al sito, indice di professionalità, e non richiede che il visitatore debba aprire il proprio programma di posta per inviare un messaggio, permettendo di conseguenza di prendere contatto anche attraverso il computer o un dispositivo mobile di un’altra persona.

 

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 105Questo articolo:
  • 439242Totale letture:
  • 89Letture odierne:
  • 93Letture di ieri:
  • 21 Novembre 2016Dal: