Consulenze tecnologiche e informatiche

fix

Autotask - come dichiarare l'antivirus compatibile con le patch di MeltDown

Autotask – come dichiarare l’antivirus compatibile con le patch di MeltDown

Il 2018 si è aperto con la notizia di una vulnerabilità nei processori di Intel, seguita a breve giro dalla migliore notizia che in realtà tutti i processori prodotti negli ultimi 10 anni soffrono di questo “trascurabile” problema.

La vulnerabilità riguarda il meccanismo di predizione dei comandi inserito nei processori, in sostanza quella funzione che permette alla CPU di anticipare statisticamente l’esecuzione del comando successivo a quello già in esecuzione.

 

Per maggiori dettagli rimando all’articolo di ACHABlog, Meltdown e Spectre: cosa deve sapere e fare un MSP e all’articolo Possibile falla nei processori Intel.

In questo articolo mi limito a fornire un componente per Autotask EndPoin Managment (AEM), contenente il codice necessario per l’inserimento di una chiave dei registri necessaria a dichiarare che il programma antivirus in uso sui sistemi è compatibile con le FIX di Microsoft.

Continua a leggere

Componente di Autotask EndPoint Managment per l’applicazione della chiave di registro necessaria per dichiarare la compatibilità tra l’applicazione antivirus e la FIX Micosoft per la vulnerabilità Meltdown e Spectre relativa ai processori dei sistemi.

Utilizza Powershell per le azioni sul computer remoto.

La procedura è stata collaudata con Microsoft Windows server 2012 e Microsoft Windows 7 e 10.

Consulta la guida.

Scarica il componente

 

 

Richiesta di file system check

Richiesta di file system check

Il 9 aprile 2013 Microsoft ha distribuito un aggiornamento di sicurezza che interessa tutti i sistemi operativi, client e server, i dettagli sono reperibili nel bollettino di sicurezza ms13-036.
Purtroppo qualcosa non ha funzionato a dovere in questo aggiornamento e i sistemi con Windows Seven ne hanno pagano le conseguenze, tanto da spingere Microsoft a rimuovere l’aggiornamento per svolgere delle indagini.
L’applicazione del aggiornamento fa si che il computer all’avvio presenti una serie di problemi, che con il passare del tempo peggiorano, in particolare:

  • Richiesta di check del disco di sistema ad ogni avvio per disco danneggiato, ma senza che il controllo rilevi danni reali;
  • Messaggio nel log di sistema con un errore di NTFS di tipo 55;
  • Il prodotto antivirus Kaspersky non si avvia indicando i database danneggiati e/o la licenze non valida;
  • Alcuni programmi, tra cui office 2010, iniziano a chiudersi in modo inaspettato;
  • Gli accessi alle condivisioni del server diventano instabili o vanno temporaneamente in blocco;
  • Il computer non si avvia, ma non è possibile fare la login, salvo partire in modalità provvisoria.

 

 

Continua a leggere

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 184199Totale letture:
  • 385Letture odierne:
  • 390Letture di ieri:
  • 21 Novembre 2016Dal:
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri iscritti.

Seleziona lista (o più di una):




Trattamento dei dati