Consulenze tecnologiche e informatiche

Outlook

La semplificazione semplifica veramente

La semplificazione semplifica veramente

L’obiettivo primario dei produttori di software è quello di ottimizzare l’esperienza dei propri utenti, questo vale anche per Microsoft.

Tra le recenti novità troviamo il pannello di configurazione di Outlook sostituito da una versione semplificata, che richiede solo la casella di posta e la password di accesso, poi il software trova il resto da solo e tutto è finito.

In realtà non è così, nella configurazione del programma di posta ci sono altri parametri che richiedono attenzione, inoltre gli indirizzi del server di posta possono essere diversi da quelli rilevati, prendiamo ad esempio gli utenti di una rete aziendale, che possono accedere ai loro server passando dagli indirizzi privati e senza dover essere rimbalzati in internet per poi tornare indietro.

Fortuna vuole, in questo caso, che la modifica non sia legata al codice, ma ad una chiave dei registri modificabile, inoltre l’uso della configurazione partendo dal pannello di controllo permette di aprire il pannello di configurazione avanzato.

E per togliere dai piedi il pannello semplificato ed evitare di trovarsi in giro delle configurazioni fatte a metà?

Anche per quello esiste una soluzione, che può essere automatizzata.

Continua a leggere

Componente di Autotask EndPoint Managment per la gestione delle operazioni di installazione, rimozione, aggiornamento e configurazione del programma MailStore Outlook Add-inMailStore Server, per la consultazione degli archivi di da Microsoft Outlook.

Utilizza Powershell per le azioni sul computer remoto ed integra il setup di MailStore Outlook Add-in v10.0.2.

Il componente è stato utilizzato su sistemi operativi Microsoft Windows 7 e 10 e con le versione del programma a partire dalla 9.5.

Consulta la guida

Scarica il componente

 

Modifiche della versione 1.2

L’aggiornamento rende possibile il salvataggio delle credenziali di accesso al server MailStore e il loro ripristino dopo l’aggiornamento.

Modifiche della versione 1.1

L’aggiornamento introduce il controllo sulla presenza del programma Mailstore Client sul dispositivo, in sua assenza durante la rimozione del Add-In per Outlook pulisce completamente i dati di configurazione dei registri cancellando tutta la chiave deepinvent.

I messaggi di errore e informativi sono stati raccolti in due distinti array per migliorare la visibilità del codice e la loro modifica.

 

Salvataggio e ripristino dei dati di autocomplete di Outlook

Salvataggio e ripristino dei dati di autocomplete di Outlook

Il dover creare un nuovo profilo di posta sul computer è una situazione ricorrente nel corso del tempo, il farlo è di fondo un passo semplice, tuttavia può presentare delle complicazioni quando si tratta di spostare l’utente su un nuovo computer o di distruggere completamente il profilo Microsotf Outlook e crearne uno nuovo per risolvere dei problemi.

In questi casi spesso accade di scoprire che l’utente ritiene che l’auto-completamento degli indirizzi sia la rubrica dei contatti, ignorando ingenuamente che si tratta solo di una cache a perdere di quanto viene digitato nei campi degli indirizzi.

Quando si configura il nuovo Microsoft Outlook tutti questi indirizzi vanno persi e si scatena il panico, poco vale rammentare di salvare i contatti nelle rubriche, le vecchie abitudini sono dure a morire, in particolare quando sono estremamente comode.

Prima della versione 10 di Microsft Outlook, questi contenuti erano parcheggiati in un file specifico, ma con il passaggio di versione l’approccio è cambiato, ma le informazioni da qualche parte devono stare, e in effetti è così.

 

Continua a leggere

Componente di Autotask EndPoint Managment per il salvataggio della lista di indirizzi e-mail visualizzato dal automplete di Micosoft Outlook durante la digitazione dei destinatari.

Il componente non dispone di parametri di configurazione e il salvataggio del file avviene in una cartella predefinita.

Utilizza Powershell per le azioni sul computer remoto.

Il componente è stato utilizzato su sistemi operativi Microsoft Windows 7 e 10 e con  le versioni di Microsoft Outllook 2010, 2013 e 2016.

Consulta la guida

scarica il componente

 

Autotask e MailStore Outook Add-in passando per Powershell

Autotask e MailStore Outook Add-in passando per Powershell

Di nuovo in scena Autotask Endpoint Managment (AEM) e Mailstore server, in un precedente articolo (Come AEM può aggiornare i client MailStore) avevamo visto come aggiornare i due elementi per pc di MailStore server, oggi vedremo come con un nuovo componente è possibile agire sull’installazione di MailStore Outlook Add-in.

In un prossimo articolo parleremo anche del aggiornamento del client dell’applicazione MailStore, appena il componente di AEM sarà pronto e collaudato.

 

Parlando con Claudio Panerai di ACHAB è emerso che stavamo cercando entrambi un componente per eseguire gli aggiornamenti ed in particolare le configurazioni di base delle componenti per computer di MailStore Server, l’estrazione della pagliuzza più corta ha decretato che fossi io a portare avanti il lavoro già in corso ed ultimarlo.

 

Un’altra novità è che questo componente AEM non impiega i soliti script di tipo DOS, ma questa volta si appoggia a Powershell, come forse era intuibile dal precedente articolo: Autotask e Powershell un abbinamento che può non funzionare, dove è presentato un altro componente utile per abilitare e quindi disabilitare la possibilità di eseguire gli script Powershell da remoto, un componente che deve essere usato prima e dopo l’esecuzione di ogni procedura di aggiornamento da remoto attraverso Powershell.

 

Continua a leggere

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 220063Totale letture:
  • 22Letture odierne:
  • 239Letture di ieri:
  • 21 Novembre 2016Dal: