Consulenze tecnologiche e informatiche

ramsonware

Un finto ransomware può essere uguale a uno vero
Un finto ransomware può essere uguale a uno vero

Sto smantellando una serie di servizi sparsi per provider e ieri è stato il giorno di una vecchia casella di posta, ma proprio vecchia, credo abbia circa 22 anni, una di quelle caselle che per varie ragioni non possono essere rimosse e che pertanto richiedono un server di posta attivo.

Per farla corta il server di posta è stato spazzato, il DNS modificato e la casella portata a casa su un nuovo mail server che fa anche altro.

Questa mattina ecco arrivare una simpatica mail, spedita ovviamente da me stesso, dove mi si avvisa, in modo del tutto gentile e simpatico, che l’account è stato violato, anche perché ho messo una password molto semplice, sono solito usare 12345678, fino ad otto perché la lunghezza minima è di otto.

In realtà le password sono di 15-24 caratteri con tutte i simboli noti, di quelle che il test ti dice che ci vogliono due trilioni di anni per codificarle.

Lasciamo correre il dettaglio, tutto può essere, a seguire mi si avvisa anche che il mio account era così fiacco da aver permesso di aprire una connessione RDP e accedere ad audio, webcam e ovviamente tutti i dati.

Per evitare che i miei video e le mie foto vadano in giro per il mondo e per i social è bene che io faccia una donazione di 1.000 dollari in bitcoin, entro 48 ore.

Da dove arriva la mail… Continua a leggere

 

Gli smartphone non sono immuni

Gli smartphone non sono immuni

Nel corso della giornata di ieri stavo inviando una mail dal mio smartphone, nulla di strano in tutto questo, lo fanno in tanti con regolarità, quindi perché scriverci un articolo?

 

Aspetta, lasciami continuare.

 

Quasi pronto ad inviare il messaggio ecco che lo smartphone emette un trillo fastidioso e vibra per richiamare l’attenzione, la schermata della app di posta elettronica sparisce sostituita dalla schermata di alert di WebRoot SecureAnyware che segnala di aver ricevuto un SMS contenente un link pericoloso.

 

Leggo il messaggio SMS riportato nella schermata e riferito ad una promozione per dei finanziamenti a basso tasso di interesse, che rimanda a visitare una pagina web.

 

Autorizzo quindi WebRoot a sopprimere il messaggio e vado oltre con la mia e-mail.

 

Pochi minuti dopo ecco arrivare un secondo messaggio da un numero diverso, ma con un contenuto simile, anche questo viene bloccato da WebRoot e quindi definitivamente cestinato.

 

Continua a leggere

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 439242Totale letture:
  • 89Letture odierne:
  • 93Letture di ieri:
  • 21 Novembre 2016Dal: