Consulenze tecnologiche e informatiche

registri

Windows 10 sconnette l'utente e chiude i programmi

Windows 10 sconnette l’utente e chiude i programmi

Una situazione che genera mal di testa è quella di avere una postazione su cui si trova un’applicazione che deve partire in automatico ed essere sempre attiva, inoltre la postazione deve aver l’utente che esegue l’applicazione sempre collegato.

La soluzione rapida sarebbe quella di avere un’applicazione che parte come servizio a prescindere dal collegamento dell’utente, tuttavia non sempre è possibile.

Il mal di testa è causato dal fatto che l’utente viene sconnesso, in particolare se si tratta di un sistema con accesso remoto e non locale, la sconnessione è totale, non stiamo parlando del salva schermo, è proprio un disconnetti che chiude qualsiasi applicazione attiva.

Una catastrofe!!

In realtà non proprio, anche per questo esiste una soluzione, in realtà due, la seconda per risolvere il problema dei riavvii non presidiati, ma oggi iniziamo ad evitare che l’utente si disconnetta.

Continua a leggere

Messaggio prima della login

Messaggio prima della login

È buona cosa rammentare agli utenti che esiste una policy aziendale e un regolamento europeo e qualche altra cosa ogni volta che accedono al computer.

Il Group Policy di Microsoft offre la possibilità di impostare queste note a livello centralizzato e di propagarle ai computer quando si collegano al dominio, tuttavia può accadere che non esista un Dominio e magari nemmeno un server.

Il messaggio potrebbe anche avvisare gli utenti, di prima mattina, che a mezzogiorno ci saranno lavori di manutenzione, non è detto che sia necessariamente una comunicazione legata ai regolamenti e alla tutela.

Il messaggio compare prima di visualizzare il desktop, nel caso di Microsoft Windows 7 subito dopo aver confermato le credenziali di accesso e nel caso di Microsoft Windows 10 prima di inserire le credenziali, in entrambi i casi l’utente deve confermare premendo il bottone OK.

Tutto questo è configurabile direttamente sui computer anche in assenza di strumenti specifici, oggi vedremo dove inserire i contenuti e come nel caso automatizzarli attraverso Datto RMM, si sempre lui, se lo si ha lo si deve usare e se non lo si ha lo si deve comprare.

Continua a leggere

Raramente può capitare di dover resettare l’agente di Webroot SecureAnyware Endpoint Protection, oppure che una vecchia installazione di Avira non rimossa blocchi l’aggiornamento dell’agente in modo casuale e creando dei problemi di sincronizzazione con la GSM, in questi casi la via più rapida di soluzione è l’esecuzione del setup dell’agente (2 secondi per fare click).

Ecco che dopo l’esecuzione del file di setup, con o senza aver disinstallato l’agente, compare un messaggio di errore di Windows.

Messaggio di errore durante l'installazione

Messaggio di errore durante l’installazione

Continua a leggere

Autotask - come dichiarare l'antivirus compatibile con le patch di MeltDown

Autotask – come dichiarare l’antivirus compatibile con le patch di MeltDown

Il 2018 si è aperto con la notizia di una vulnerabilità nei processori di Intel, seguita a breve giro dalla migliore notizia che in realtà tutti i processori prodotti negli ultimi 10 anni soffrono di questo “trascurabile” problema.

La vulnerabilità riguarda il meccanismo di predizione dei comandi inserito nei processori, in sostanza quella funzione che permette alla CPU di anticipare statisticamente l’esecuzione del comando successivo a quello già in esecuzione.

 

Per maggiori dettagli rimando all’articolo di ACHABlog, Meltdown e Spectre: cosa deve sapere e fare un MSP e all’articolo Possibile falla nei processori Intel.

In questo articolo mi limito a fornire un componente per Autotask EndPoin Managment (AEM), contenente il codice necessario per l’inserimento di una chiave dei registri necessaria a dichiarare che il programma antivirus in uso sui sistemi è compatibile con le FIX di Microsoft.

Continua a leggere

Componente di Autotask EndPoint Managment per l’applicazione della chiave di registro necessaria per dichiarare la compatibilità tra l’applicazione antivirus e la FIX Micosoft per la vulnerabilità Meltdown e Spectre relativa ai processori dei sistemi.

Utilizza Powershell per le azioni sul computer remoto.

La procedura è stata collaudata con Microsoft Windows server 2012 e Microsoft Windows 7 e 10.

Consulta la guida.

Scarica il componente

 

Categorie
Archivi
Count per Day
  • 172849Totale letture:
  • 28Letture odierne:
  • 281Letture di ieri:
  • 21 novembre 2016Dal:
Iscriviti alla Newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri iscritti.

Seleziona lista (o più di una):




Trattamento dei dati